Quando si parla di ottimizzazione SEO, c’è un primo punto imprescindibile: esistono due diverse figure che entrano in gioco e hai bisogno di entrambe, il SEO Copywriter e il SEO Specialist.

Il problema è che per molte persone non è chiara la differenza tra i due ruoli e le aziende, a volte, pensano di potersi rivolgere a un’unica figura che ricopra entrambi. Questo è un grande errore e mi piacerebbe fare chiarezza proprio per evitare che le persone facciano una scelta sbagliata.

Se anche tu hai difficoltà a capire cosa faccia un esperto SEO e di cosa si occupi, invece, un copywriter specializzato nell’ottimizzazione sui motori di ricerca, benvenuto/a!, sei nel posto giusto.

SEO Specialist, cosa significa?

Lo specialista SEO è il professionista che si occupa di ottimizzazione nel senso più completo del termine.

Con il suo lavoro interviene sugli aspetti più tecnici, passando dall’analisi dei dati alla pura strategia, e il suo ruolo è fondamentale per avere l’ottimizzazione completa di un sito, perché lavora direttamente su quei dettagli (spesso invisibili) che creano le fondamenta di un progetto ben indicizzato e posizionato.

In realtà, esiste anche qui una differenza tra ruoli. Puoi, infatti, avvalerti sia di un SEO Strategist che di un SEO Specialist. Il primo lavora proprio sulla strategia, analizzando tutti gli aspetti della ricerca e dell’ottimizzazione, mentre il secondo si muove considerando gli interventi più tecnici e realizzando operativamente quanto definito dalla strategia. Entrambi i ruoli possono essere ricoperti da un’unica figura che possiede tutte le competenze necessarie.

Cosa fa il SEO Specialist?

Per il corretto posizionamento su Google, il SEO lavora:

  • Con l’analisi
  • Con la ricerca
  • Con i test

Lo fa ogni volta che interviene in uno specifico ambito, sia on page che off page. Nessun lavoro di ottimizzazione potrebbe definirsi ben svolto se mancasse uno di questi passaggi.

Tra gli strumenti utili, usa:

  • Tool SEO (come SEMRush Screaming Frog o SeoZoom)
  • Codice html
  • Excel e simili
  • Google Search Console
  • Google Analytics

E molto altro ancora. Ogni strumento serve per analizzare, ricercare e testare nel dettaglio tutti gli interventi fatti on page e off page.

SEO Copywriter, cosa significa?

Il SEO Copywriter è il professionista che lavora con la scrittura (creativa e professionale), applicando le regole fondamentali per l’ottimizzazione sui motori di ricerca.

Alla sua capacità di scrittura, aggiunge la conoscenza della Search Engine Optimization e delle sue regole per realizzare un testo idoneo per le persone che leggono e per i motori di ricerca, che devono prima scansionare, poi indicizzare e infine posizionare il contenuto.

A proposito, sai quale è la differenza tra gli tre step per il controllo di un testo? Ne ho parlato in un articolo specifico, dove spiego come funziona il posizionamento su Google.

Tornando alla nostra definizione, ovviamente è fondamentale che chi ricopre questo ruolo abbia le capacità necessarie per lavorare bene su entrambi i fronti: una cattiva scrittura, se pur ottimizzata, non sarà di valore per chi legge, così come una buona scrittura, se realizzata per un progetto che prevede l’ottimizzazione SEO, sarà inutile se non viene realizzata tenendo conto delle sue regole.

Cosa fa il SEO Copywriter?

Anche nella cassetta degli attrezzi del SEO Copy (per gli amici!) esistono strumenti fondamentali per poter lavorare nel modo corretto. Alcuni sono uguali a quelli usati dallo specialista SEO, ma con differenze nell’applicazione di uno o l’altro servizio.

Te ne elenco alcuni:

  • Tool di SEO (i miei preferiti sono SEMRush e SEOZoom)
  • Tutti i servizi messi a disposizione da Google (come Trends e Analytics)
  • Plugin specifici
  • Tool di scrittura come Typora
  • Planner per la creazione di piani editoriali, categorie e tag

E, anche in questo caso, molto altro ancora. Ogni strumento ha delle specifiche caratteristiche che può usare l’una o l’altra figura, in base alle necessità.

Di solito lavora a stretto contatto con il SEO e interviene in quei casi in cui la tecnica ha bisogno della creatività: creazione di title e description, scrittura di articoli, ideazione di attributi alt, keyword strategy per il blog ecc.

 

Scrittura online è sinonimo di ottimizzazione?

Sembrerebbe, quindi, che chi si occupa di scrittura online debba per forza specializzarsi nell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ma è veramente così?

Per me, no.

La scrittura può avere forme e caratteristiche diverse e può cambiare in base al target a cui ci si riferisce. Ci sono realtà per cui l’ottimizzazione sui motori di ricerca non è una priorità perché il sito web non è lo strumento più adatto da utilizzare, quindi è necessario creare contenuti che siano puro storytelling o pura creatività. Questo significa che si può considerare l’ottimizzazione SEO come parte di un lavoro successivo, da realizzare quando si sceglie di avere un proprio sito.

Facciamo un esempio: lavoro con un cliente che ha una piccola bottega artigianale di paese, di quelle che sembrano uscite da un film per tipicità e caratteristiche. Nel suo caso, abbiamo adottato un approccio meno orientato all’ottimizzazione dei contenuti e ci siamo concentrati sullo storytelling visivo grazie all’uso dei social network.

La sua è una realtà commerciale locale, che vive moltissimo di passaparola e rapporti umani. Avere un sito ben ottimizzato, in questo momento, non è la priorità, così lavoriamo su contesti più vicini al target e usiamo i contenuti per pura narrazione.

 

Quando è necessario scrivere in ottica SEO?

La scrittura SEO ha ottimi motivi per esistere e se in alcuni casi specifici non è prioritario utilizzarla, in altri (direi la maggior parte) è consigliabile prevederla nella propria strategia di content marketing.

Se hai un sito e lo utilizzi per scopi di business, allora devi prevedere l’uso di una strategia SEO. Senza quest’ultima, avresti un sito utile solamente a te stesso e a pochi altri. Potresti pensare di raggiungere più persone utilizzando i social, ma non arriveresti agli stessi risultati.

Un contenuto correttamente ottimizzato ti permette di:

  • Puntare a un buon posizionamento nella serp di Google (la pagina dei risultati del motore di ricerca)
  • Intercettare il tuo target nel momento esatto del bisogno
  • Diventare una fonte autorevole di informazioni, aumentando fiducia e stima nei tuoi confronti
  • Essere visibile e rilevante per le tue persone

Mi sembrano tutti ottimi motivi!

Per concludere

Come avrai capito, io mi definisco una SEO Copywriter a tutti gli effetti.

Lavoro da molti anni con la scrittura online e posso dirti che se non avessi avuto come base una forte passione per la scrittura in generale, probabilmente oggi non farei questo lavoro. Credo che saper scrivere sia indispensabile per poterlo fare.

Tutto quello che riguarda l’ottimizzazione SEO può essere imparato e aggiunto negli anni. Sì, hai letto bene: anni, perché ci vuole molto tempo per imparare questo lavoro.

Spero che ti sia più chiara la differenza tra i due professionisti, se vuoi approfondire ti invito a leggere anche gli altri articoli del blog.